Stai leggendo il blog di: Deficients&Dragons
Questo blog ha 0 Followers
Questo tag contiene 1 post

Tutti a Lucca Games

Vota l'articolo!

0

coccige_lucca2009

E a Lucca ci si aspetta tutti noialtri!

Quest’anno ci trovate a LUCCA GAMES!
Padiglione Carducci (quello fuori delle mura), stand A706

Codice stand A706 Padiglione Carducci

Quest’anno oltre ai numeri arretrati e alle miniature vi aspettano (per chi ancora non lo sapessi):

Il nuovo albo interamente a colori con la raccolta di Tamburi di Guerra

wd_cover

e il nuovo gioco di carte ispirato alla serie

card

E come se non bastasse c’è anche la presenza di Manu

con una serie inedita: GALAXY SISTERS…

per info maggiori andate su http://www.anacanapana.it/

Share
Questo post si trova nella categoria: Lord Pustola
Tags: ,


24 responses to “Tutti a Lucca Games

  1. Prenoto già il primo (che l’altr’anno non l’ho trovato) e l’ultimo albo + il gioco di carte + tutte le miniature (meno akkacielle) e guai a voi se non trovo qualcosa ^_^

  2. P.S.
    Recentemente sono rimasto senza connessione e non ho potuto essere sempre presente nel sito.
    Spero di ritornare presto. Mi mancavano le tue vignette.

  3. Ciao Manu,
    purtroppo non sono riuscito a passare a Lucca e così non ho potuto prendere l’ultimo albo, quando sarà possibile acquistarlo on-line?
    Grazie!

  4. @Marco, a parte il fatto che Lucca comics & games è questo fine settimana, quindi volendo saresti ancora in tempo… cmq da settimana prossima riattiveremo anche la vendita online, il tempo di organizzarci dopo Lucca…
    @vento, se vuoi a parlare con i tuoi prof ci mandiamo Lord Pustola, vedrai avranno un occhio di riguardo!

  5. @Manu, In effetti hai ragione, sono un po’ sfasato… ma anche questo fine settimana purtroppo non potrò venire…aspetto la vendita on-line!

  6. Yeaaaaah il giuoco di carte, non vedo l’ora di metterci le mie mani pacioccose di bimbo con le dita tutte impiastricciate di nutella (dio santo cosa cavolo sto dicendo?! XD)! 😀

  7. Accid, temo che a Lucca non ci sarò 🙁 . Bè, complimenti per i nuovi risultati 🙂 , albo a colori (prima o poi acquisterò anche quello, qui in Romagna le fumetterie ci sono solo per smerciare manga e volumastri, approfitterò di un viaggio come per gli ultimi due) e mazzo di carte, infatti mi dicevi di essere impegnatissimo …
    Comunque le novità di Manu non finiscono qui, ci sarà anche una sua serie inedita, ed io ne so qualcosa … 😉

  8. Hai Ragione Carlo! in tutto sto caos ho dimenticato di segnalare ANACANAPANA! scusa ma proprio eravamo nella shit! farò un post appena possibile!

  9. E dopo essere stato il primo ad acqustare il mazzo di carte, giunto propio in quel momento fresco di fabbrica, beccandomi pure un mervaglioso bacio sulla guancia dal game designer Marmugi, non potevo esimermi dal riferire le prime impressioni della giocata di ieri sera! Segnalo un errore di stampa sulla carta dell’ascia bipenne, dove c’è invece scritto Spadone a Due Mani, evidente errore di stampa. Suggerisco inoltre un leggero miglioramento della sezione preparazione delle istruzioni, scrivendo prima quante carte porre e non dopo ^^. Il gioco è filato tutto liscio, e presenta aspetti tattici parecchio rilevanti: inubbiamente è ben strutturato, e non ha mostrato bachi di alcun genere nel regolamento! La libertà completa di movimento delle carte poi permette un’eccellente possibilità di azione, con divertimento assicurato! Unico appunto: le partite non vedo come possano durare 15 minuti come suggerito da Andrea ^^ ieri è durata un’ora e più! Ed eravamo 3!

  10. Eccomi di ritorno da Lucca!!! Sono riuscito per fortura a vedere tutto e a comprare sia il nuovo albo che il gioco di carte, nonostante la febbre a 38!!! Quando avrò recuperato almeno in parte le mie facoltà mentali proverò il gioco.

    @Manu: toglimi una curiosità… Ma il pazzo che spiegava le regole del gioco a chiunque si avvicinasse ad almeno 15-20 metri dallo stand è per caso il modello di Akka (oltre, se non ho capito male, a essere l’ideatore del gioco…)??? E’ uguale!

    Comunque complimenti per l’affluenza di visitatori allo stand!

  11. Ciao sono Rico (non Enrico, per capirsi, o Kramer, per qualcun altro). Ho imbustato subito le carte e le abbiamo provate. Confesso che la stesura del regolamento può essere affinata e resa più precisa, ma si capisce. Il gioco scorre anche se dovremo giocarlo ancora varie volte per capire le magagne. Per ora non se ne vedono. L’idea è ottima. Il piano di gioco di fatto rende ogni partita unica. Si può davvero strutturare un dungeon sul tavolo se si è abbastanza nerd o siamo pieni di junk food (i troiai da magnare, per i profani). Tolto l’errore sull’ascia, che è abbastanza ovvio, mi chiedevo se era voluto o meno il fatto che le due succubi hanno punteggi mente diversi. E se sì, perché quella che mostra il “lato B” ha più mente di quella in posizione frontale? 🙂 Forse una preferenza del creatore del gioco (ti ho beccato Andrea!)? Scusatemi, ma come uomo ritengo che le succubi siano sempre argomento di interesse! 🙂

  12. @Berserk, Aruin e Aranor, grazie delle vostre dritte, dell’errore di stampa sull’ascia ci eravamo accorti, purtroppo non abbiamo fatto in tempo a correggerlo perchè era già in stampa, per fortuna non ci sono errori nei punteggi ai fini del gioco, il differente punteggio delle succubi credo sia voluto, il “pazzo” di Andrea saprà spiegarmi meglio, domani glielo chiedo e vi faccio sapere.
    Il gioco sta andando bene e speriamo di esaurire la prima sfornata per poter andare in ristampa!
    così correggiamo l’errore di stampa e la vostra carta “sbagliata” diventerà prezioserrima! AHR! AHR! AHR!
    :)))

  13. Acquistato il gioco di carte questo pomeriggio e giocato stasera fino a mezz’ora fa in un gruppo quasi completo (5 giocatori su un massimo di sei).
    La partita nel complesso è durata più di due ore, sicuramente in parte anche perchè nei primi giri dovevamo prendere la mano con il particolarissimo sistema di gioco, ma è indubbio che in cinque o sei giocatori per svariate ragioni il gioco si allunghi davvero parecchio rispetto all’obiettivo dichiarato di 15 minuti.
    Seguono dubbi domande e osservazioni di vario genere.

    a) Un primo chiarimento sulle pozioni di guarigione: per come è descritto l’effetto il mostro viene scartato senza essere stato ferito o ucciso (nota di inutile puntigliosità: il regolamento alterna l’uso di ambo i termini per le sconfitte dei mostri) e quindi sembrerebbe che non debba essere rimpiazzato.
    Questo sembra andare contro lo spirito del gioco dato che il resto delle regole sembrano atte a rendere costante il numero di carte in gioco, ma è tecnicamente corretto da regolamento.
    Siamo stati noi a capire male qualcosa?
    C’è da dire che a lungo andare abbiamo apprezzato l’idea di un effetto di rimozione permanente di mostri, dato che nelle fasi finali ha consentito di spezzare una situazione che altimenti sarebbe divenuta di stallo eccessivo.

    b) Un chiarimento analogo al golem di ferro: la carta afferma che il golem non viene rimosso dal gioco ma solo riposizionato, ma nulla viene detto al riguardo dell’altro mostro che andrebbe piazzato in gioco come da norma dopo la sua sconfitta.
    Siamo tutti convinti che il golem di ferro non dovrebbe essere una “fabbrica di mostri” ambulante, ma il testo della carta pobabilmente potrebbe essere reso più chiaro.

    c) Interpretando il testo dei sandali alati parrebbe che se acquisiti durante un determinato turno
    Questo ha creato una stuazione bizzarra
    Come nota aggiuntiva abbiamo trovato i sandali alati l’oggetto di gran lunga più potente del gioco, al di là dell’ovvio vantaggio dovuto all’essere più velocidato il peculiare sistema di gioco in cui il movimento delle carte determina tutte le azioni effttuate, muovere del doppio in ogni turno significa effettivamente “giocare” il doppio rispetto agli altri giocatori, che si tratti di movimenti, combattimenti o raccolta di tesori cosa che implica una considerevole impennata nella crescita del personaggio.

    d) In determinate situazioni (soprattutto nelle fasi avanzate del gioco, quando la strategia chiave passa a tagliare la strada del ritorno al giocatore attualmente in possesso della gemma) essere sconfitti in combattimento contro un mostro diviene un netto vantaggio grazie al riposizionamento istantaneo del proprio personaggio senza alcuna penalità.
    Paradossalmente è nata una tendenza a cercar di perdere in combattimento contro i mostri, cosa che ci ha pure portato a domandarci se i bonus dati da oggetti e livelli di esperienza siano obbligatori.
    Siamo stati concordi nell’osservare che una sconfitta dovrebbe sempre comportare una qualche penalità di sorta, forse la perdita della possibilità di muovere i mostri per un turno? (meno debilitante di perdere oggetti o il movimento del personaggio, ma comunque tatticamente uno svantaggio)

    e1) Esiste uno squilibrio sensibile tra avere un buon punteggio di forza ed uno di magia, dato che la maggioranza dei mostri del gioco ha un ounteggio di magia di 4 o 5 mentre è vero l’opposto per il punteggio di forza.
    Questo significa che personaggi con un punteggio di magia relativamente basso hanno comunque la probabilità di sopravvivere al contrario dei maghi che se attaccati da un mostro fanno quasi automaticamente *splat*

    e2) Allo stesso tempo abbiamo notato che a livello puramente statistico avere punteggi fortemente sbilanciati è visibilmente peggiore che averli bilanciati.
    Ad esempio: il miglioramento dato da passare da 7 a 8 a magia è risibile contro la maggior parte dei mostri, mentre il peggioramento dal passare da 4 a 3 a forza è estremamente doloroso soprattutto perchè in caso di pareggio i mostri vincono sempre.

    e3) Da ciò si deduce che il povero Kulky risulta in assoluto il personaggio più sfigato del gioco… ma forse la cosa era voluta visti i trascorsi fumettistici.
    Accacielle è invece il migliore.
    La cosa è stata verificata in partita dato che il giocatore che utilizzava Acca con un po’ di tattica, la possibilità di scegliere efficacemente quale difesa attaccare ed un briciolo di fortuna ha seccato sin da subito mostri che concedevano un bonus d’esperienza incrementando ulteriormente il suo vantaggio, mentre Kulky e Diossina a inizio gioco hanno collezionato solo un fracco di botte.
    Stonehead era stato scartato e si trovava tra i mostri, mentre miss V e luppolo hanno avuto una performance probabilmente più “standard” fino a quando miss V non ha ottenuto gli stivali del movimento cosa che dopo un paio di giri ha calamitato un’improvvisa coalizzazione di tutti gli altri giocatori contro di lei…

    f) Detto questo giungiamo a quello che è stato il vero problema del gioco a 5 giocatori, ovverosia le succubi.
    La prima osservazione fatta sulle succubi (a parte i punteggi di caratteristica diversi tra le due carte) è che queste sono molto più nocive se utilizzate per far perdere turni su turni agli avversari piuttosto che per costringere gli avversari a combatterle.
    Mi spiego meglio: l’aura di magnetismo di una succube ha una raggio di 3 carte-misura, un giocatore normalmente nel uo turno deve obbligatoriamente avvicinarsi di una carta-misura e nella sua fase di movimento dei mostri può al limite spostare la succube di un’altra carta-misura.
    Ma in seguito un qualunque suo avversario può riallontanare la succube di una carta-misura.
    Questo significa che già in una partita a tre giocatori se due giocatori decidono di coalizzarsi contro il terzo (perchè ad esempio ha conquistato la gemma) è possibile mantenere COSTANTEMENTE la succube ad esattamente 3 carte-misura di distanza dalla vittima costringendola a muoversi secondo i desideri dei suoi avversari senza che questa possa mai raggiungere la succube e quindi avere alcuna possibilità di ucciderla con un perfetto stile “pifferaio di hamelin”.
    Ora provate ad immaginare cosa questo voglia dire in una partita a 5 gocatori con 2 succubi in campo… giustappunto chi aveva gli stivali precedentemente menzionati aveva speranza di poter agire (salvo il fatto che gli veniva lanciata addosso la maggioranza dei mostri disponibili)
    La strategia di due succubi in campo atte a bloccare contemporanemanete il movimento di tutti gli avventurieri è stata prontamente battezzata con ironia “trenino dell’amore”.
    Per risolvere la situazione di stasi sembrerebbe il caso di applicare una home-rule in base alla quale l’aura delle succubi ha solamente 2 carte-misura di raggio.
    O alternativamente rendere le succubi creature immobili, ma come modifica non avrebbe alcun senso logico.

    g) Visto che siamo in argomento avremmo anche due domande di chiarimento sul potere delle succubi: se due succubi si trovano entrambe entro 3 carta-misura da un dato giocatore… verso QUALE delle due succubi il giocatore è costretto a muoversi? Verso la più vicina? Sceglie lui? Si tira una monetina?
    Inoltre come si deve comportare un giocatore che si trovi entro 3 carta misura di distanza da una succube, ma che che sia impossibilitato a raggiungerla direttamente a causa di ostacoli impassabili lugo la via più breve?

    E questo è quanto riguardo la nostra prima partita al gioco di carte dei deficents.
    I nostri più sentiti complimenti per l’originalità dell’idea, attendiamo chiarimenti sui nostri dubbi prima di riprovare con una partita, questa volta a sei giocatori.

  14. Una correzione ad una parte incompleta del precedente post

    c) Interpretando il testo dei sandali alati parrebbe che se acquisiti durante un determinato turno si ottenga immediatamente il diritto al movimento bonus nel turno stesso in cui li ottiene.
    Questo ha creato una stuazione bizzarra di kill a catena del proprietario corrente dei sandali in cui chi li otteneva in questo modo li utilizzava immediatamente per riposizionarsi e riassalire qualcuno o ualcosa nello stesso turno. E’ un fenomeno voluto?

  15. Non vedo l’ora di giocarci, intanto mi son studiato il manuale e direi che è tutto bello chiaro, tanto che ho capito tutto a parte una cosa che forse o ho letto male o come penso è sottointesa:
    gli oggetti indossabili si mantengono sempre nei turni, vedi una spada come i sandali salati, mentre ad esempio le pozioni di guarigione sono da scartare dopo il primo utilizzo, giusto? 😀

    Comunque noto dal post di Dark Kain che in tanti pare davvero bello tosto il gioco, non vedo l’ora, e martedì infatti saremo forse proprio in 6 😀

  16. Bene, dopo questi fantastici 2 giorni a Lucca son tornato e pronto per dire la mia sul gioco 🙂 :

    Inanzi tutto è stupendo e molto divertente (soprattutto il fatto che ciò che sta sul tavolo è parte integrante del doungeon).

    Per i suggerimenti se non li riuscite a tradurli dal foglio (leggere la mia scrittura è assai complicato XD) basta che chiedi e te li riscrivo 🙂

    Ora, se posso, vorrei dire la mia riguardo i quesiti di Dark Kain (al quale gli porgo i miei complimenti per l’attenta analisi del gioco):

    a) Io suggerirei di cambiare l’effetto che la carta ha sul mostro, francamente trovo un pò illogico che bevendo una pozione di guarigione io uccida un mostro, sarebbe meglio che il mostro venisse riposizionato su in un punto regolare della mappa dal giocatore che ha usato la pozione.

    b) Effettivamente le regole dicono che ogni volta un mostro viene ucciso (che come ha fatto notare Dark è usato in con lo stesso senso di ferito) allora si deve posizionare un’altra carta mostro. Anch’io non penso sia voluto e credo che basti cambiare il testo del regolamento con un: “ogni volta che un mostro viene rimosso dal gioco questo deve essere sosstituito da un’altro” ad esempio (spero di aver reso l’idea).

    c) Si direi che il bonus dei sandali si applichi immediatamente (e quindi il giocatore può rimuovere). La situazione che descrivi tu (se ho capito bene) prevede che chi trova i sandali li usa per attaccare un compagno, perda e il vincitore gli prenda i sandali e usi il uno dei due movimenti per attaccare un altro giocatore, erda e il vincitore usi i sandali…..e così via. Questa situazione può accadere (soprattutto se si gioca in molti) è vero, ma assai difficilmente e non credo dia troppo fastidio.
    Sorvolando sul fatto che si dovrà, come già fatto notare da altri, scrivere quali oggetti sono ad uso singolo (altrimenti chi ha la pozione della guarigione è immortale) nelle partite a pochi giocatori è molto utile anche “L’elmo di Petula” con il quale il possessore può tranquillamente riuscire a vincere senza più incontrare mostri.

    d) Concordo con te, ritengo che se uno perde uno scontro debba perdere qualcosa.

    e) Avendo fatto una sola partita da 3 giocatori non posso sbilanciarmi in questo campo, non posso dire neanche quanto sia valido Stonehead poiché ho incontrato praticamente subito il drago e da lì non mi sono più mosso, se non verso la fine del gioco dopo che miracolosamente l’ho sconfitto (peccato che ormai un altro giocatore stava per vincere).

    f) Oltre a portare a 2 la distanza di influenza della Succube si potrebbe inserire la regola che un mostro non può essere mosso per più di una volta nella stessa fase malvaggerrima, ciò però porterebbe a render vano il limite dell'”Elmo di Petula” per cui ho pensato che il suo potere si potrebbe cambiare tipo in: “Il giocatore può muovere un mostro in più, anche se è già stato mosso”.

    g) Direi che se si trova nell’area di influenza di entrambi le succubi o si muove verso la più vicina, o, in caso siano equi-distati, a scelta del giocatore.
    Se la linea diretta è ostruita dovrebbe percorrere la strada che conduce verso di essa il più rapidamente possibile. Ciò potrebbe causare la situazione che tale movimento porti al di fuori dell’influenza della succube rendendo libero il giocatore dal suo influsso.

    Spero di esser stato d’aiuto e se ho detto qualcosa di errato sono pronto a subire l’ira del Malvagerrimo XD.

    Ancora congratulazioni e non vedo l’ora che escano le varie espansioni EHEHEHEHEH

  17. Dark Kain sei un mito!
    Naturalmnete giro subito le tue osservazioni al game designer (ti dico già da adesso che saranno prezioserrime!)
    @Igor, beneaccette le donazioni in natura…:)
    @Gaunt, sì, le pozioni vanno scartate dopo l’uso mentre gli oggetti si mantengono. grazie e fammi sapere anche le tue osservazioni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *