Stai leggendo il blog di: Deficients&Dragons
Questo blog ha 0 Followers
Questo tag contiene 1 post

Bad’s tales 43

Vota l'articolo!

0



La storia sino a qui:
Kulkusneak, Miss"V" e Stonehead devono recuperare 
una preziosa reliquia per conto di Assioma il Mindflyer, 
in seguito ad uno scontro con il potente Bàlord Kulky è 
precipitato nelle profondità delle minier di Boria perdendo 
il contatto con i suoi compari...
Share
Questo post si trova nella categoria: Bad's Tales
Tags: , , ,


19 responses to “Bad’s tales 43

  1. Peccato che il mio personaggio abbia già lasciato l’inferno dantesco, mi sarebbe piaciuto averlo come compagno di viaggio

  2. Dopo il “successo” con il Balord (si chiamava così?) era ovvio che dovesse capitare qualcosa di terribile a Kulky…Se non ora, nella prossima stricia…

  3. “LASCIATE OGNI SPERANZA O VOI CHE ENTRATE”?! Kulky! Pericolo! Pericolo!
    Azzzz…. avrà anche un buon senso di orientamento ma è piuttosto cieco.
    Ma… non so perchè… sento che…. il nemico si avvicina… probabilmente è solo un’impressione… bah.

    PS. Speriamo almeno che faccia uso dei suoi poteri, x una volta…

  4. Il senso dell’orientamento di Kulky per trovare guai è veramente sovrannaturale…
    Sono curioso di sapere se lì incontrerà lo spirito del Bàlord, bramoso di vendetta e con la bava alla bocca… (beh, non era proprio bava, quella alla bocca…)
    🙂

  5. Oddio… sarebbe veramente il minimo.
    Che brutta visione.
    “Oh no! Il balord con la bava alla bocca ancora più incazz di prima! Perchè quella è bava, vero?” (cit.)

    Cmq, alla fine è sempre schiuma… ma speriamo che non lo incontri subito… altrimenti addio incolumità! In +, gli incantesimi di guarigione non glieli evocava sempre Miss V?
    Già lo vedo pieno di lividi.
    *scuoto la testa, contrita*
    Povero coboldo.

  6. Oddio, povero Kulkyno… dovrà farsi tutti i gironi dell’inferno (lo arrostiranno, vero?), il purgatorio (preferisco non pensarci) e il paradiso (dubito) a meno che non gli mettano il cartello lampeggiante con su scritto “EXIT”… e se poi non capisce neppure quello?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *