Stai leggendo il blog di: gianlucatestaverde
Questo blog ha 3 Followers

Spero che un paio di parole me le concederete, grazie (e sperando che siano visibili, dato che sto cercando ancora di capire come si usa).

Mi chiamo Gianluca Testaverde (non sapete negli anni che tormenti che mi ha dato questo cognome).

Non ho sempre avuto la passione per il fumetto, ma siccome mi sono lasciato ammaliare da questo campo, e qualcosa, nella vita, pur si deve fare, mi ci sono buttato a capofitto.

Ho studiato presso la scuola italiana di Comix di Napoli.

Da allora sopravvivo come posso e ne ho fatte di cosucce (e ne sto continuando a fare, per la verità): disegnatore presso il quotidiano Terra, aiuto colorista presso GGstudio, maestro di fumetti freelance. Ancora, però, non sono riuscito a trovare un posto tutto mio: un po’ sono timido e diffidente, un po’, a quanto pare, non sono abbastanza bravo, e un altro po’ lo diamo anche alle mie idee di fare fumetto.

Credo sia per questo che pubblico nel web… se avessi un lavoro e lavorassi con qualche editore che mi fa passare tutti gli sfizi, non me ne preoccuperei minimamente (difatti sia lodato chi ci dà l’opportunità di pubblicare nel web a noi poveri sconsolati).

Dopo aver fatto di me cotanta mesta presentazione, si passa al mio fumetto (di cui, a breve, spero di potervene presentare un altro).

Brainstorming ha una lunga gestazione alle spalle. Ideai il personaggio quando avevo appena 10 anni (quindi immaginate il mio stato mentale). Brainstorming, come dice il titolo, è una summa di idee, deliri, perversioni, bontà e anche mostruosità della mente umana (infatti è possibile che a breve venga censurato). Ci sono molte sequenze esplicite, anche di sesso, ma credo mai disgustose, o oscene. Non voglio fomentare discriminazioni (soprattutto verso di me) e, badate bene, non voglio nemmeno essere offensivo nei confronti di nessuno con il mio fumetto.

Il protagonista si chiama Malcolm… lui è un outsider, un fuori dal mondo, ma capirete strada facendo. Malcolm è un po’ tutti noi (e principalmente io), è una sfumatura di qualcosa. un qualcosa che ancora pure a me è poco chiaro. Lui è in cammino, e non ci è dato di sapere vero cosa e troverà ciò che cerca oppure no… almeno non ancora. Spero che vogliate accompagnarlo, aggregarvi a lui in questo suo viaggio. un amico in più non fa mai male. Grazie e a presto.

 

Gianluca

New Report

Close