Stai leggendo il blog di: Albo
Questo blog ha 31 Followers

Ego

Il protagonista indiscusso di Storie Precarie. Ego, è il tipico giovane uomo tra i venti e i trent’anni senza un’occupazione fissa, si potrebbe dire un disoccupato free lance. Dalle informazioni in nostro possesso sembrerebbe occuparsi di grafica, se proprio lo vogliamo inquadrare in questo modo. A parte questo, sembra che la fonte di sostentamento principale provenga dai genitori, che lo mantengono a condizione che si mantenga ad una debita distanza da loro. Vive in un appartamento che divide con Fran e si vede chiaramente chi è che comanda. Eterno bambino, rifugge dalle responsabilità e da chi gliele vuole imporre.

 

Greta

Anche se nella primissima striscia era una delle vittime sentimentali di Ego, la vera Greta non è lei. Gestore e (sembrerebbe) unica lavoratrice del C-c-c-coffee Breaker, è una tipa con la testa sulle spalle, discretamente disincantata e realistica; molto calcolatrice, per eccessiva timidezza o proprio per carattere è decisamente fredda e scontrosa. Odia profondamente chi le parla bene di Starbucks e chiunque tenti di sottrargli la sua fonte principale di reddito, Ego. Ah per la cronaca, anche lei è stata nel mirino di Ego, ma per sua fortuna ne è uscita indenne, merito anche del suo caffè.

 

Greg

Uno dei più fedeli amici di Ego. Sono coetanei, ma Greg sembra proprio comportarsi nei confronti dell’amico come un fratello maggiore. Gestisce, non da solo, un locale per gay e ha già dimostrato di voler aiutare Ego nella sua non proprio convinta ricerca di un lavoro scritturandolo come coniglietta sexy. Non è una notizia che serve a connotarlo ulteriormente però per completezza bisogna dire che è gay. Non che sia un’informazione fondamentale o che lo ostenti in qualche modo; solo in qualche occasione lo lascia intuire. E poi, del resto non abbiamo mica detto di tutti gli altri che sono eterosessuali…

 

Fran

E’ rossa, ha le lentigini, è secca come un chiodo ed è matta come un cavallo. Coinquilina di Ego e anche lei nel novero delle vittime delle sue avances, ma anche in questo caso non c’è stato nulla da fare, visto che presto si è reso conto che entrambi hanno un certo interesse per il sesso femminile. Un’unica eccezione Fran sembra farla per gli uomini che si vestono da donne. Ma a fare l’uomo resta sempre lei, non fatevi troppe illusioni.

Ludo

Il classico figlio di papà, al lavoro nell’impresa paterna giusto per fare qualcosa e legittimare il proprio tenore di vita. Peccato che subito dopo si penta di questa decisione e cerchi di disimpegnarsi, ottenendo risultati incredibilmente positivi! Riesce nell’intento di farsi cacciare dal padre quando si porta a letto la segretaria/badante dello stesso. Di lui si sono perse da un po’ le tracce.

Share