Stai leggendo il blog di: Sio
Questo blog ha 63 Followers

Sio nasce all’età di sei anni, da una ricca famiglia inglese.

Durante la sua travagliata infanzia perennemente alle prese con i gendarmi dell’anagrafe, impara, prima di iniziare la scuola, a leggere. Ma Topolino.

Verso la terza elementare inizia a scrivere fumetti. Si accorge di non saper disegnare per nulla e di non aver nessun talento artistico.

Scoppia in una fragorosa risata e continua a disegnare.

Negli anni successivi nascono dalla sua immaginazione personaggi come Superboy, un supereroe dal nome originale, Kipling, una supereroina che si chiama come uno scrittore inglese, Tana, il supercane, e Giorgio. Un tizio. Con la faccia quadrata.

Dopo gli anni delle medie passati a scrivere fumetti sui Pokémon ha un vuoto fumettistico che perdura fino alla seconda superiore, quando nasce l’Uomo Scottecs.

Da lì, è la fine. Inizia ad autoprodursi un mensile di 20 pagine tuttofumetto che smette la sua pubblicazione dopo i primi 6 numeri (ora raccolti in una raccolta autoprodotta) e inizia a scrivere talmente tanti fumetti che le persone che gli passavano accanto dicevano: “Sta scrivendo talmente tanti fumetti!”.

Nel 2006 apre un blog su Blogger, entrando in Nuvole Elettriche. Da lì iniziano a spuntare funghi come fumetti. Dopo un periodo in solitaria, viene contattato da quel folle di Lucio Staiano, che gli propone di pubblicare per Shockdom. Lui si prende un periodo di circa sette millisecondi di pausa per pensarci su, e poi accetta.
Con Shockdom ha pubblicato 2 volumi, Tutto Scottecs e Tutto Scottecs 2.

Ha partecipato alla 24 ore di fumetto su Verticalismi nel 2010 con il fumetto “L’Uomo Scottecs e l’Ultimo Giorno del Mondo”.

Fa cose, tra cui radio su Radio Ca’ Foscari, un podcast ogni tanto, laurearsi in lingue orientali e disturbare i passanti tirando loro le bucce di banana.

Progetti futuri? Pagarsi le bollette con quello che gli piace fare.

E smettere di parlare di sé in terza persona.

Share