Stai leggendo il blog di: Gaunt Noir
Questo blog ha 4 Followers
Questo tag contiene 6 post

Esplora il tag: viola


Trecento – FINE

Grazie a tutti ragazzi, davvero.
Assieme a voi, questi sono stati tre anni veramente incredibili.

OtakuPals è stata una esperienza che mi ha cambiato profondamente nell’animo.

Immagino come per alcuni questa frase suoni esagerata, ma vedere una propria creazione, nascere da passatempo, mutare, essere assorbita da tantissime persone, reinterpretata e ridatami indietro è… increscrivibile.

Le persone incontrate dal vivo, le lunghe e-mail, le chat, di chi con me ha condiviso il proprio divertimento, la gioia e la commozione sono una cosa che sono diventate parte di me.

Così arrivò il giorno che decisi di farlo: prendere la mia piccola creatura, dal tratto morbido e comico e metterci dentro me stesso e vedere fin dove potevo spingermi.

Riprende così l’ultimo ciclo di OtakuPals.
Diventando un blog personale.

Dai commenti di alcuni, mi rendo conto come questa frase suoni strana, è solo un fumettino come gli altri, sconclusionato per di più.

Ma da altri commenti, da altre e-mail, mi rendo conto di quante persone invece si sono accorte che c’era qualcosa di più e si sono lasciate immergere in qualcosa che non erano più quattro tratti disegnati messi insieme.

Per essere chiari: tutti i personaggi di quest’ultimo ciclo, sono me. Tutti.

Desideri, pulsioni, rabbia, gioia, tenerezza. Sono sentimenti che possono cambiare nel giro di giorni, anzi… minuti. Ed ecco che anche la narrazione l’ho voluta rendere così, guidata fumettisticamente da un unico personaggio: un autore impazzito che ama e odia la sua stessa creatura, che cerca di controllarla, come di renderla indipendente, senza riuscire mai ad esserne davvero soddisfatto, così all’infinito fino al pentimento finale e la rinuncia di tutto. Per ricominciare. Per renderla felice.

La vita è strana, sfaccettata per tutti e per i momenti tutti del giorno, ma questo in fondo è un fumetto e per questo almeno, posso deciderne il lieto fine.

Il blog quindi da ora si ferma. Ma mi piace pensare sia solo un Arrivederci a presto 😉

Ora, uscendo da OtakuPals. Per il futuro.

Lavoro ad un nuovo blog (no, non è Jericho), qui su Shockdom.
Sarà un fumetto a tavole e ci metterò tutto quello che queste mie mani sono capaci di fare. Quindi sarà difficilissimo e ho una paura assurda, ma non diciamolo in giro, eheh! 😀 Ma se ne parla sicuramente dopo l’inverno. Vi verrà segnalato tutto, qui, a tempo debito per prepararvi al primo post, quindi non temete! 😀

Ci saranno inoltre dei progetti con altri autori, per cui vi consiglio di seguirmi su Facebook, Twitter così chiacchieriamo e possiamo condividerci foto di gattini con gli occhioni(!) e inoltre, di salvarvi www.gauntnoir.com (lo sto ristrutturando proprio in questi giorni) che sarà un comodo indice con tutti i progetti che ho fatto e farò in giro per la rete.

Non mi resta che salutarvi e ringraziarvi ancora una volta!
Un abbraccio!

PS. Mi farebbe inoltre tantissimo piacere leggere i commenti di altri autori e lettori che passano di qui e non commentano mai, così, per sapere che ci siete stati anche voi e avete notato quanto è cambiato in così poco tempo, un “fumettino” del genere 🙂
Gaunt

NOVITA’!


AMICI! GRATIS PER ANDROID il Live Wallpaper con me, Albo, Sio e ancora: Calanda, Dado, Eriadan, Kaneda, Manu, Orso Ciccione, RX, Sparker, UPI! WOAH! Che cosa aspettate? Fate click qui per leggere i dettagli! 😀

Questo post si trova nella categoria: 10 : Mesi dopo, OTAKUPALS
Tags: , ,

Esplora il tag: viola


71 responses to “Trecento – FINE

  1. T______T

    Fragoroso ed imperituro scroscio di applausi.

    Al momento non so commentare niente di sensato… Somatizzo e magari più tardi ci riprovo. ^_^

    Buona somatizzata allora! 😀
    Gaunt

  2. …Be’, gran finale… però mi sarei aspettata qualche commentino dell’autore pentito e anche uno scorcio sulle pene eterne di Adrubale…
    PS. Errorucci nel testo… “la torta di papà la diamo a Rosa” detto da Rosa?

    Il “commentino” dell’autore è Trecento.
    L’errore, ieri stanotte ero proprio cotto, quando l’ho riletta sul telefono stamattina ho cacciato non sai quanti accidenti! Fixata! 😀
    Gaunt

    PPS. Eau de Pio!!!

  3. Bel finale, specie dopo i funesti eventi che li hanno investiti.
    Direi che è proprio quel che si meritavano di ottenere.

    Gaunt, Rosa e piccola Viola , arrivederci

    Concordo! Arrivederci anche a te! 😀
    Gaunt

  4. Beh, allora, invece di dire un mare di parole che poi risultano inutili, dico solo: “Grazie di tutto e a presto!” (intanto continuerò a romperti gli zebedei come non mai sul faccialibro XD)

    GOLGO SATIIIIN! 😀
    Gaunt

  5. ecco io son di quelli che ti legge ma nn commenta mai,anche perchè non ne hai bisogno. Credo che la tua crescita sia indiscutibile,basta guardare i tuoi lavori,io vedo ora qualcuno pronto per il professionismo,graficamente sei diventato bravissimo forse dovresti affinare le trame a volte un pò criptichema continua che sei un grande! Ciao

    Nu, come non ne ho bisogno, sì che ne ho bisogno! Io insicurissimo, molti fumettari lo sono! Ci vogliono i commenti!! 🙂
    Grazie, veramente troppo buono! 😀
    Gaunt

  6. T_T
    Che bello! Grazie Gaunt. Mi hai regalato alcuni dei più intensi tuffi al cuore coccolosi mai vissuti.

    Grazie!! Coccole poweeeer! 😀
    Gaunt

  7. Boh, io non riesco nemmeno a commentare… ci ho proato eh, hai chiesto tu, ma se mi trovi anche le parole giuste lo faccio volentieri, così invece è arduo.
    Ti seguo da… boh, ti seguo, e lo sviluppo l’ho ben notato nel tempo. Tra alti e bassi, voglia e non voglia, errori e colpi di genio ho sempre commentato per bene le tue opere, fra me e me, come quelle di molti altri, che ormai sono entrati a pieno diritto nel mio olimpietto di autori.
    Ho provato molte sensazioni, gioia, rabbia, e preoccupazione anche, nei tuoi periodi di magra!
    Come si arriva a tanto? Questo penso sia uno degli obiettivi primari che ci poniamo tutti nel campo.
    Perchè, alla fine dei conti, é solo un web-comic.
    Si, però, come mi dovrei comportare ora senza?

    Come farò io senza: si guarda avanti! Tanto se siamo ancora qui, rimarrà nei ricordi e come scarabocchiatore, non chiedo di meglio 🙂
    Ciao e grazie!! 😀
    Gaunt

  8. Sarò sincero con te: all’inizio non mi divertivi.
    Sì, era un blog che postava pareri sui videogame e che sfiorava molto la recensione completa di questi ultimi, condito da un tratto statico e colorato pesantemente; aggiungiamo quel paio di discussioni a cui avevi partecipato e che ho avuto modo di leggere e otteniamo un: “ma questo è uno che si atteggia tantissimo, non leggerò mai il suo blog!”.

    Hai avuto modo di farmi ricredere. Hai imparato un metodo di colorazione semplice ma efficace, hai saputo disegnare i personaggi in modo slanciato, e hai imparato a cambiare idea.

    Ora sì che ti leggo con piacere. Bel lavoro!

    Eheheh, ma quindi stai dicendo che ora non sembro atteggiarmi più? Che sono un pezzo di pane?
    Ma come, ho una carriera da antipatico costruita con anni di fatiche…! Eheh! Grazie grazie, mi fa tantissimo piacere sentire cose del genere! 😀 Ciao!!
    Gaunt

  9. Ci son sempre stato, anche se ultimamente ho commentato poco. Si, “l’evolvere” si è notato, il cambiamento dalle prime strippe a questo ultimo ciclo è notevole.
    In ogni “saga” oltre alla profondità della storia, è aumentato anche quello che ci mettevi dentro di tuo, o forse eri proprio tu, come dici. Allora passami la frase “ti sei immerso sempre di più”. I risultati e l’affetto che hai ottenuto sono sotto gli occhi di tutti.
    Oggi mi sento come quando saluti degli amici e sai che ci vorrà un po’ prima che ci si ritrovi, però col sorriso sulle labbra.

    Complimenti, Gaunt!

    Addio, addio e un bicchiere levato, al cielo d’Irlanda e alle nuvole gonfie… 😀
    Gaunt

  10. Mi hai commosso, bastardo 🙂

    Che dire ? Le tue trame sempre al limite fra fantasia e realtà mi hanno fatto impazzire negli anni trascorsi. E non è che siano cambiate poi molto, eh 😀 Per capire quest’ultima sequenza per bene, ho dovuto leggermi le tue spiegazioni allegate a questt’ultimo post 😀
    No, dai, un po’ scherzo. Un po’ 🙂
    Invece il tuo tratto, come hanno scritto molti, si è ammorbidito tantissimo, la colorazione è diventata finalmente efficace e c’e una enormità tra l’ultima vignetta e la prima e se non fosse per alcuni “stilemi” si potrebbe pensare a due autori molto diversi tra loro. E questo penso sia un gran complimento per uno che disegna (se non lo è, consideralo comunque tale, perchè è lì che volevo arrivare).

    Arrivederci su altre pagine.
    Ehol

    😀 Grazie grazie, non mi resta che sperare di affinare le mani ancora di più! 😀
    Gaunt

  11. Uomo posso dire che non ho capito una mazza di questo “ciclo” finale?
    Cioè non ho compreso perchè hai iniziato nel modo in cui hai iniziato ed improvvisamente e violentemente hai virato regime, per poi cadere nei titoli di coda.
    Questo è il mio non giudizio sulla trama.

    Per quanto riguarda i disegni devo dire che il tratto morbido ti agevola e anche questa colorazione pastellosa.

    Resta il fatto che ti odio per non avermi mollato così. 😀

    Ti aspetto al varco del prossimo progetto.
    CIAUZ

    :3
    Il ciclo fra le varie cose, racconta della mia voglia di elevare OP ad altro.
    Non avendolo fatto con Jericho, la violenza l’ho fatta sfoggiare in OP.
    Salvo poi Gaunt che riapparso, sveglia Rosa che scopertasi fumetto mi chiede il conto.
    Conto che pago cambiando di nuovo OP in qualcosa “per renderla/rendermi felice”.

    E’ una metaforona assurda delle mie, non nego che sia facile starle dietro per tutti. Colpa mia, colpa dei tempi per cercare di postare con regolarità senza allungare troppo e altre robe che comunque sono sempre colpe mie 😀

    C’è stato molto un grande esercizio di stile, sfogo e condivisione generale. Di certo non un semplice “fumetto” ma mai ho pensato di farlo. Anzi, mi aspettavo molte più critiche lungo il percorso, è andata meglio di quanto pensavo!

    Alla prossima Teo, con un fumetto vero in tutti i sensi! 😀
    Gaunt

  12. clap clap clap! il finale ad altissimo contenuto glicemico mi ha provocato un po’ di stordimento, ma cercherò di non scoppiare in lacrime, ringraziare per questi anni e dire che quello che ho sempre apprezzato di OP sopra al resto è l’imprevedibilità… non si sa mai quale sviluppo della storia aspettarsi dal nuovo post, per cui ogni santa volta aprire questa pagina è come aprire un kindersorpresa!!!
    cambiamenti ne ho visti tanti, una grande evoluzione riguardo ai colori, alla padronanza e gestione dei personaggi e della scena e una regia sempre in crescendo che, ora che “abbandonerai” il formato striscia, avrà ancora più possibilità.
    finalmente un fumetto a tavole! era anche ora che ti decidessi a fare sul serio! ;P

    Grascie grascie :3 ma ok, ora incomincio a fare sul serio quest’anno ma… mi pare che qualcuno che fa sul serio da un po’ ancora non ci sta dando un albo cartaceo e soprattutto nuove tavole di WOODLAND!!! 😀
    Gaunt

  13. Grazie a te per averci dato cosi’ tanto in questi anni!
    E come continuavo a dirmi a ogni strip:”E adesso”?
    Fino al prossimo progetto, che attendo con ansia, mi mancherai.

    A presto!

    😀 A presto!!
    Gaunt

  14. @Pierrot “finalmente un fumetto a tavole! era anche ora che ti decidessi a fare sul serio! ”
    ….. morirai sulle tavole di wood se non ti muovi te e il tuo fumetto serio 😀

    Mega quotone con tuffo carpiato! SI VUOLE LE TAVOLE NUOVE DI WOODLAND (e insisto per l’albo cartaceo!!!) 😀
    Gaunt

  15. Allora non scherzavi quando dicevi che avresti chiuso il blog… Peccato, ne sentirò la mancanza, anche perchè è raro vedere un’opera la cui qualità aumenta in maniera esponenziale…
    Beh, non me la cavo bene coi discorsi, quindi rubo una frase a Douglas Adams, che con le parole se la cavava un tantino meglio di me 🙂 :
    “Addio, e grazie per tutto il pesce”

    …Anche se spero che questo sia un arrivederci. In tempi rapidi. MOLTO rapidi. E non è una domanda, ma un affermazione 😀 .

    Hey quale pesce? AARGH! Uno squalo!! 😆
    Gaunt

  16. Oh. Non mi aspettavo certo la “FINE”. Cavolo…mi prendi davvero in contropiede, ma d’altra partel’hai già fatto un sacco di volte, con le tue strisce 😛 Spero davvero sia un arrivederci, ho sempre sempre sempre amato la tua creatura, nel modo in cui mi faceva ridere e in quello incui mi lasciava il magone: so già che mi mancheranno tutti. Grazie per averci regalato qualcosa di te, mancherai molto 🙂

    Grazie mille, è stato un piacere! 😀
    Gaunt

  17. Sapevo che ci sarebbe stata una fine, anche se speravo fosse ancora mooooolto lontana, ma ne sono pienamente soddisfatto. Sono contento per la dolce Rosa e anche per il Gaunt va. Ogni tanto un po’ di miele ci sta benissimo.
    Ti ringrazio per tutte le vignette fatte in questi anni. Molto spesso mi hanno fatto iniziare la giornata con un sorriso e mi sono affezionati ai personaggi che hai inventato.
    Spero di leggerti ancora e ti ripeto il mio grazie.

    P.S. Rosa è veramente troppo pucchosa ^_^

    Grazie grazie!
    Rosa la amo fortissimo, è proprio il mio orgoglio! <3
    Gaunt

  18. @Lui: “morirai sulle tavole di wood se non ti muovi te e il tuo fumetto serio”
    rinfrescami la memoria, come è già quel detto della pagliuzza, della trave ….e della scimmia? 😛

    😆
    Gaunt

  19. Sono un avido lettore di webcomics di lunga data, seguendo cose come Deficients and Dragons e Mostrip da quasi l’inizio. Ti ho scoperto relativamente di recente (2011), quando ero già nella mia disdicevole fase attuale in cui non commento praticamente mai. All’inizio era un’abitudine, anche divertente e soddisfacente (forse Manu si ricorda di me), anche per compensare la mia incapacità di disegnare o anche solo di sviluppare storie e battute come le vostre. Di fatto ho smesso all’improvviso e non so bene il perché, forse ho finito le cose da dire, forse ho realizzato che fin dall’inizio era solo un modo di illudermi di fare parte di questo vostro mondo. In ogni caso, ti ho scoperto, ho studiato il tuo lavoro, ho letto tutto il blog, ho aspettato con ansia che la tua precedente pausa finisse e ricominciasse questa serie che mi aveva appassionato in un modo particolare, personale, non legato alla qualità dei disegni, alle donnine e alle battute rispetto a molti altri, ma mi sono sempre tenuto, per quel che ricordi, in silenzio.
    Perché tutto questo allora? Non sono nemmeno sicuro che leggerai fino in fondo, perché la fatica? Perché sei riuscito a farmi provare qualcosa che mi capita sempre più di rado, e che non avevo mai provato con un webcomic fino ad ora.

    Mi hai fatto commuovere.

    Se non avessi visto questo finale oggi non avrebbe avuto lo stesso effetto. La mia vita è in una fase complessa, mi stanno crollando addosso un sacco di certezze riguardo a pensieri e persone, sentimentalmente sono completamente a pezzi. Forse è per questo che vedere una felicità del genere, anche se in un fumetto, attraverso personaggi pucciosi e colori inverosimili, mi ha toccato molto più in profondità di quanto spesso permetta che mi tocchi la vita.
    La bellezza del tuo lavoro mi ha fatto piangere. Non penso che un qualsiasi artista possa aspirare a reazione maggiore che quella che mi stai facendo provare tu. Mi hai donato la felicità dolorosa di un personaggio fittizio,ma non per questo meno intensa.
    Non importa quanto provi, non riuscirò mai a descrivere esattamente quello che grazie a te sto provando. Posso solo dirti “buon lavoro”.
    E grazie di cuore.

    Mi fa tantissimo piacere leggere questo e come autore, ci hai preso in pieno, non potrei chiedere di più.
    Guarda, io aprii questo blog proprio per esorcizzare i miei stati d’animo. Fare cose comiche e vedere dall’altra parte che qualcuno si divertiva, ha aiutato anche a me.
    E’ un placebo, ma ci si attacca a tutto. Ho fatto così sempre anche dal vivo, sempre nascondendomi con una risata, con tanti alti e bassi. Mi sono preso i miei bei vaffanculo, altri li ho cercati e non ho mai fatto nulla per provare a cambiare davvero le cose, pur avendone le possibilità. Non saprei dirti com’è successo, ultimamente mi ero cacciato ancora più a fondo nella merda, anche per scelta, ma poi è successo. Da solo. Per me è stato semplicemente rendermi conto di cosa avevo attorno a me, per cosa andare avanti. Ed è da quella piccola consapevolezza che ho cominciato ad uscirne, fino a trovare quello che è il mio posto nel mondo. E’ una cosa che non so spiegare, e temo che a dilungarmi potrei uscire con qualcosa di fricchettone new age, e non me lo permetterei mai! 🙂 Ma è una cosa però di cui non ho fatto parola con nessuno, e che forse sarà arrivato ad una persona, forse due.
    Il punto è che Chozo, non conosco la tua storia, ma per me, il problema principale ero io.
    La scelta di riprendere il blog a ottobre fu proprio il risultato di questa luce fuori dal tunnel.
    E in strisce, ho voluto parlare esattamente di questo. Mascherandolo ovviamente.
    E ti giuro, non esiste niente, che mi gratifica di più, come persona, non come fumettaro, di aver trovato persone che hanno inteso il senso di questo “ultimo ciclo”.
    Senso che sicuramente ognuno ha reinterpretao con la sua sensibilità lungo tutti e 30 i post di questo ciclo fino ad oggi.
    Mi sento veramente orgoglioso di aver prodotto qualcosa con un sottotesto capace di essere scoperto e che non saltasse all’occhio di chiunque.

    Qualche giorno fa scrissi: Troppo concentrati sul passato e sul futuro, si diventa miopi alle gioie occasionali offerteci dal presente. Ricordatevi gli occhiali. E resto fermo che esserne d’accordo o meno è tutta una questione di stati d’animo.

    Leggere commenti come il tuo, simili a e-mail che ho ricevuto, sono una spinta che mi hanno sollevato come individuo.
    Quindi sono io che ti ringrazio 🙂

    Ovviamente, ti auguro ogni bene possibile e spero tu possa uscirne al più presto! Un abbraccio!!
    Gaunt

  20. Lo dico o non lo dico?
    Non avevo pensato a questo. Per niente. O forse ci ho sperato. Ho sperato che non finisse, ho sperato in uno dei tuoi fantastici colpi di scena. Fino all’ultimo. Eppure mi sbagliavo.
    Ormai era diventata una piacevole abitudine, anzi una fantastica abitudine. Collegare il pc, fare il giro dei siti importanti per vedere se c’era qualcosa. Iniziando da qui. Digitando “otak” e cliccando semplicemente il link suggerito. Per te sono stati tre anni, per me purtroppo è stato solo un amore iniziato questa estate. Mi sarebbe piaciuto essere qui fin dall’inizio e commentare ogni singolo aggiornamento. Ma così non è stato. Sembra essere passata una vita però. Di sicuro per Gaunt e Rosa è stato così.
    Visto che sei tu TUTTI, ti auguro di vivere tante avventure e di essere felice come loro. E’ la cosa migliore che ti posso scrivere in questo momento.
    Non ripeterò le cose che ti ho già scritto qualche aggiornamento fa. E stato bello. Fantastico.
    E spero tanto che non sia un addio. Tanto lo so che continuerò a tornare qui quando mi collego! Devo perdere il vizio ora >_<
    Mi raccomando, spargi la voce del nuovo blog! Appena inizi voglio saperlo!
    Sei cresciuto Gaunt, me ne accorgo pure io che sono nuova di qui. Ed è una cosa fantastica.
    Ciao ciao senor Gaunt :3

    Hola señorita 😀
    Gaunt

  21. Premesso che oramai è più faticoso scrivere i CAPTCHA che i commenti… 🙂
    L’unica cosa che posso dire è: noi ti aspettiamo!
    Avidi, curiosi, critici, adulatori, contestatori… ma saremo sempre qui a leggerti…
    Bel lavoro, Gaunt… 😀
    Buon lavoro, Gaunt… 🙂
    A presto, Gaunt… 😉

    Ahah davvero, certi captha sono durissimi, io vado col bottone di riaggiorna finché non trovo quello leggibile 😀
    Grazie grazie! A presto! 😀
    Gaunt

  22. Quando uno ci mette passione
    Ci mette la voglia
    Ci mette tutto se stesso

    …quell’uno merita tutto il rispetto di questo mondo

    E’ stato bello vedere come si è evoluto OP, e tu con lui. Adesso sono incuriosito nel vedere i tuoi futuri progetti, in quella che possiamo definire la tua maturità (possiamo chiamarla così, no ?!)

    Più di farti i complimenti non so, ma posso dirti che ogni singolo post che ho letto del tuo lavoro l’ho apprezzato ed è stato bello leggerlo, rileggerlo tante volte 😀

    Auguri per il futuro Gaunt 😉

    Sono incuriosito parecchio anch’io, eheh! 😆
    Ciao e grazie!!
    Gaunt

  23. Bella veramente, tutto il finale è bello. Chiaro è come tutti quanti noi vorremmo che finisse tutto, col lieto fine, e dato che sei uno che scrive storie perchè non mettercelo? 😀

    Gaunt ,grazie delle risate. E facci sapere del nuovo blog se ne avrai voglia 😉

    Assolutamente!! Ciau ciau!! 😀
    Gaunt

  24. E’ proprio vero che ogni inizio ha una fine…
    Sono quasi commosso,mi manchera’ davvero tanto otaku pals.
    Gaunt grazie mille per i momenti di divertimento,gioia,stupore e quant’altro ci hai saputo regalare in questi tre lunghi anni con le tue fantastiche strisce (mutate poi nell’arco narrativo finale in tavole).
    Attendo con ansia la tua nuova opera,spero possa emozionarmi e divertirmi quanto ha fatto otaku pals,ma so gia’ che tanto il caro vecchio Gaunt non mi deludera’ 😀
    (eh si,sono un lettore fantasma xD,commento molto raramente,in tutto avro’ postato una manciata di commenti,ma ti seguo sempre :D)
    Alla prossima Gaunt,e grazie ancora di tutto 😀

    Grazie a te! Alla prossima! 😉
    Gaunt

  25. Bravo, non sono granché in queste cose, quindi solo Bravo. Ma la verità è che odio l’assurda nostalgia che già provo per Il Gaunt.

    Fiat Bravo! 😆 Ciaooo!! 😀
    Gaunt

  26. ero qui quando è iniziata
    sono qui ora che finisce
    sarò qui quando comincerà qualcosa di nuovo

    (…e nel frattempo ti scasso le balle per altre vie! Pluppy tessssoraaaaaaaaaa!!! :3 )

    PLOPPY!!! TESSSSSOORAAAA!!! :3 😆
    Gaunt

  27. Ecco io non ho mai commentato, e ci sono XD. A dire il vero ancora al tempo del cameriere della fenice smisi di leggere Otaku Pals ma poche settimane fa, per caso, ho letto una striscia e mi sono subito accorto che era radicalmente cambiato e che c’era molto di più. Quindi l’ho recuperato tutto d’un fiato in una sera e ne sono rimasto entusiasta! Dal tratto alla trama al nuovo spessore dei personaggi, tutto raccontava qualcosa in più, di più…uhm, umano? Non saprei spiegarlo meglio. Insomma, mi è piaciuto tanto 😉

    Forse potrei spiegarlo così:
    una volta mi sono chiesto se esistesse una parola in italiano per descrivere il fenomeno di quando un uomo si abitua talmente tanto ad indossare maschere che comincia a farlo anche di fronte a se stesso arrivando al punto di dimenticarsi come fosse prima (e non c’è, ma dovrebbe esserci).
    Ecco, a volte l’artista può utilizzare queste maschere e passando attraverso gli altri (raccontando qualcosa agli altri) riuscire in un certo senso a ritornare a se stesso. Forse questo si avvicina molto a quello che intendevo dire con “umano”. Vabbeh direi che può bastare XD

    Mi fa tornare in mente un mio vecchio post, sull’altro mini-blog: La maschera. Non so se l’hai letto, nel caso, dacci un occhiata 🙂
    Grazie!!

  28. Io non ho commentato spessissimo, ma ci tengo a precisare che ti ho sempre letto, sempre.
    Perchè sei l’unico che condivideva qualcosa con me dai tempi ormai remoti dello “Specchio”.
    E come molti, non sempre ti ho apprezzato o capito, affezionato com’ero alla mia vecchia idea di Gaunt graffittaro nerd.
    A volte mi hai fatto sbellicare, a volte scuotere il capo con sguardo “Ma guarda quante se ne canta da solo!”, altre come queste ultime mi hai intenerito, mostrandoci un lato tenero che non avevo mai visto, altre proprio non ti ho capito lo ammetto candidamente, ma penso di poterlo fare con una concezione diversa visto che ci conosciamo da tanto.
    Un po’ ti ho anche invidiato, perchè il segreto del successo è la costanza, e OtakuPals è stata la tua ancora di salvezza in questo senso, il tuo primo progetto a cui non hai mai smesso di dedicarti, magari anche con risultati alterni, ma comunque sempre con dedizione, curandolo come una piantina che hai visto germogliare e dare i suoi primi frutti, lontano da quando ti vedevo soffrire perchè non ti veniva da disegnare, mentre io non sono andato oltre la mia seconda striscia su Shockdom semplicemente perchè ho trovato ostico il sistema WordPress che mi impediva di postare e mi ha preso la rogna per problemi tecnici di cui ti accennai e che spero di sistemare.
    Approfitto dell’ultima striscia per farti i miei complimenti, non solo per i meri miglioramenti grafici, comunque evidenti, o narrativi, ma per tutto questo arco di tempo che tanto ha significato per te e che tanto bene ti ha fatto, e soprattutto per i nuovi progetti in cantiere!
    Un abbraccione
    GM

    Mi piace perché quando parli di ste cose si fa un salto di almeno 10 anni fa e faccio un po’ il punto della situazione. 🙂 Di sicuro non ho mai smesso di sperimentare e certe cose le si ottengono solo provandoci, successo o insuccesso sono un risultato che si prende sotto braccio e a cui si deve rispondere di nuovo. Imparare a muoversi nei generi è una cosa che consiglio a chiunque è ancora fresco fresco col fumetto, e mi riferisco anche a persone che hanno delle mani mostruose ma che non sanno andare oltre alla stessa cosa trita e ritrita. Provate a scrivere diversamente, provate le commedie, i romantici, l’erotico, provateci! Credo che uscire dal proprio seminato, e tirarne su i risultati, belli e brutti che siano, sia la chiave per poter poi davvero fare tutto quello che abbiamo in mente di fare. Poi chiaro, questo è il mio parere, perché è quello che ho provato io. Non vedo l’ora di rileggermi fra 10 anni e vedere se la penso ancora così 😀
    Un abbraccio!
    Gaunt

  29. Ti dirò, non ho commentato molto spesso effettivamente..però ogni giorno passavo a vedere se aggiornavi 😀
    quest’ultimo ciclo mi ha colpito tantissimo e ti volevo chiedere una cosa che è da minimo un mesetto che ci rimugino: questa storia ce l’avevi già in mente a priori od erano solo delle grandi linee guida?
    Comunque direi che questa saga di merita il fregio di “Masterwork alla regia” in pieno, il finale mi ha colto impreparato ma mi ha molto soddisfatto (anche perchè amo il puccio! :3).
    A breve su FB foto di gatti con occhioni ;3
    Ciao! 😀

    Plot scritto e finito in ottobre. Certo poi in corso d’opera ho accorciato e allungato lì per lì per stare nei ritmi della pubbicazione.
    Per dire, Bernardo comunque sarebbe riapparso in Trecento 😀
    Ciau!! 😀
    Gaunt

  30. Otaku Pals è morto.
    Viva Otaku Pals.

    In alto i peschini.
    Prost (Alain).

    Fermati. Ma poi riparti.
    (E poi semmai rifermati. E poi riparti. Insomma, fai te, che la benza costa, eh!)

    Grillo

    Eheheh caro lei! Lei non sa che io uso lo stop & go (non so cosa sia, l’ho sentito in una pubblicità e aspettavo l’occasione di scriverlo da anni)!
    La mia borraccia di peschini si sta esaurendo! Ho bisogno di una fiera del fumetto a Lucca! Presto datemene una, anche per endovena!! AARGHH! 😆
    Miao! Ma anche Bau, che ci vuole sempre il contraddittorio (?)!

    PS. Ecco, come non detto, mi s’è ingolfata l’Ape car!
    Gaunt

  31. Da buon lurker quale sono ho sempre letto senza commentare ma…
    visto che siamo alla fine…
    Grazie gaunt, dalle strisce più cazzone alle più cazzute sei riuscito sempre ad incuriosirmi.
    E poi, sai, a me nei film piace un sacco la parte, a volte marginale, in cui si vede che fine hanno fatto i protagonisti, alle volte la preferisco all’intero film.
    Beh. con queste tavole questa nostalgia c’è eccome! (quindi penso che il loro lavoro l’abbiamo fatto in modo superbo)

    Grazie!! Ciao! 😀
    Gaunt

  32. Quando uno nasce autore e artista non si ferma. Otaku Pals probabilmente ha detto ciò che doveva dire e qualcos’altro nascerà, sempre che non sia già nata come la piccola Viola 😀

    Devo andare andare in maternità! 😆
    Gaunt

  33. Ok, io sono una di quelle che ha faticato a seguire l’ultimo ciclo. Ma più per una questione di ritmo. -_-”
    *alza la mano vergognosa*

    Ciò detto, commento. Non è facile.
    Posso capire che tu sentissi il bisogno di passare anche da quello. D’altro canto, disegnare, postare, è un modo di mettersi a nudo, di parlare di sé. Tu l’hai reso particolarmente personale. Il fatto che tu sia riuscito a buttarlo su carta non dev’esser stato facile. Ma in qualche modo, immagino, catartico. Era inevitabile che la parte oscura creasse un po’ di scompiglio, perchè il tono precedente è sempre stato molto leggero.

    Così com’è bello vedere che comunque hai voluto dare loro un finale felice, prima di dedicarsi ad altro. E’ consolatorio riservare ai nostri personaggi la felicità, a loro che possono godersela davvero.

    Sono curiosa di vedere le nuove collaborazioni.
    Tutto quello che hai fatto finora ti ha portato a maturare uno stile tutto tuo, perchè non c’è niente da fare: disegnando si migliora.
    E’ il motivo per cui leggere i blog shockdom mi ispira da una vita l’idea di riaprirmi uno spazio mio: il miglioramento e la collaborazione. Due esperienze preziosissime (lo ben sai anche tu, che qualche giorno fa ci hai parlato dei tuoi “fratelli” ^_*)

    Quindi, in bocca al lupo, Gaunt, e niente paura.
    Se ci metti il cuore, l’anima, tutto, si vedrà eccome.
    Alla prossima ^^

    ps: probabilmente volevo dire di più e meglio. porta pazienza -_-

    Sì, bisogna sempre cercare di migliorarsi! 🙂 Ciau!!
    Gaunt

  34. Grazie Gaunt, grazie per tutti quei giorni in cui mi hai strappato un sorriso.

    Grazie a te per essertelo fatto strappare allora! 😀
    Gaunt

  35. Sigh! mi consola che so che non puoi rimanertene con le mani in mano e non sai quanto mi fa contento il fatto che hai trovato un modo per fare uscire su carta (digitale e non, dato che sono un fan delle scarabocchiate a biro in orario di lavoro!) quella roba che una routine di giorni tutti uguali rischia di soffocare sul nascere. Disegni bene e disegni taaaanto. E’ una cosa che non può che dare risultati catartici, che non può che costruire felicità. Sei bravo, hai talento e devi poter trovare una realizzazione con ciò che ti piace fare. Te lo auguro di cuore e un giorno so che potrò comprare con danaro sonante i frutti del tuo vero lavoro. Otaku pals io l’ho sempre sentito mio, in un qualche modo. Non in senso usurpatorio 😀 , ma diciamo che la tua avventura shockdomica mi ha coinvolto sempre in prima persona. Ogni striscia particolarmente riuscita mi faceva sentire orgoglioso, ecco. Forse sono matto. Ora che OP è finito non potrò più fregiarmi di essere un personaggio famoso, ma sono davvero contento che sia finito completamente diverso da come è cominciato. Dentro c’è tutta una crescita potente e una costante forza di volontà che ti invidio. Bel finale, e anche se personalmente l’idea di sposalizzi marmocchi e famiglie mi terrorizza, l’autore che sta dentro ad ogni personaggio si meritava di costruire la sua felicità. Attenderò con ansia i progetti futuri e le collab prestigiose che ci riserverai in futuro. Io la butto lì: se un giorno ti stufi di avere a che fare con fumettisti bravi, c’è una Corsica da conquistare a colpi di carte romagnole che aspetta! baciuzzi.

    Eheh grazie! La corsica è il primo passo per la conquista della francia! Non me lo scordo! 😆
    Gaunt

  36. …sogno o son desktop? ..non vedo mattomatteo 😀

    Gaunt, grazie davvero … ma nn ti preoccupare sappiamo benissimo che quando il bruco crede di morire quelli intorno vedranno nascere una farfalla … quindi ti seguirò ovunque!
    in omaggio una “o” … odio il nn

    Cavolo, questa è davvero bella! Grazie! 🙂
    A presto!!
    Gaunt

  37. Ciao,
    non amo commentare ma, dopo che comunque le Tue strisce mi hanno allietato costantemente le pause pranzo e che Tu tanto cortesemente lo hai richiesto, non posso che complimentarmi per i risultati che stai raggiungendo.
    Amo le Tue storie (imprevedibili) e le Tue colorazioni, davvero belle.
    Infine, ciò che davvero mi ha spinto a commentare, è stato proprio quest’ultimo post, in quanto nelle “foto di famiglia” ho rivisto me stesso, consorte e pupino e sì, devo ammetterlo, mi ha davvero emozionato.
    Ciao e Buon Cammino.
    s

    P.S.
    perché non pensi a pubblicare la strip n. 300 su di un’unico post per il piacere di leggerla senza interruzioni?
    🙂

    Contento che ti sia emozionato! 🙂
    Per Trecento, bhè ormai i giochi sono fatti e ho imparato che a molti piace anche guardicchiare i commenti, quindi meglio lasciare tutto così com’è 🙂
    Gaunt

  38. Davvero è finito? Devo dirlo, questa è una mossa che mi ha spiazzato..non me lo sarei mai aspettato. Credevo fosse l’inizio di una nuova avventura è invece è proprio il capitolo finale. Ed è anche un finale molto sentimentale, se mi permetti, di quelli che ti aspetti ovunque, ma non su queste pagine. Per questo, doppio spiazzamento! Oltre ai complimenti per Otaku Pals e per quello che è stato fino ad oggi, meriti un complimento anche per la decisione di chiuderlo…perchè quando hai una storia che molti amano è sempre difficile smettere..e spesso si cade nella banalità pur di allungare un qualcosa che invece è bello perchè dura quanto deve durare! E fortunatamente hai fatto la scelta giusta..complimenti davvero! E ora verso nuove avventure!

    Concordo. E’ un po’ come nella musica, quanti alcune band, dopo 20 anni non ce la fanno più, ma invece di campare col successo immortale, producono cose nuove che intacca la loro discografia. Meglio fermarsi quando si è ancora in cima 😀
    Gaunt

  39. Che dire… Ci hai regalato mensilmente ore di divertimento passate a vedere le tue striscie diventare sempre più belle e curate, vedere i tuoi personaggi cambiare e cresciere, vedere momenti splatter, momenti pucciosi da lacrimuccia, momenti di sollievo, felicità ma anche vuoto per qualcosa che finisce, che mette il paletto finale a questa lunga odissea che è stata questo bellissimo blog, Grazie mille per ogni sorriso che ci hai regalato, e continua a disegnare, senza dubbio è parte della tua vita, nella quale puoi infondere e diffondere (!) la tua personalità e i tuoi pensieri! ^__^

    Grazie, a nome di tutti i lettori, direi! A presto (ci conto!) ^_^

    Albysanta

    🙂 Grascie grascie è stato un piacere! A presto!!
    Gaunt

  40. missione felicità riuscita in pieno. Meglio di così davvero non poteva fare il “Gauntore” (squallido incrocio fra gaunt ed autore) nel chiudere in bellezza per Rosa e per tutti gli altri… ed anche per noi

    a presto 😉

    Ciau!! 😉
    Gaunt

  41. Ci sono stato, da quando in una delle prime vignette allo specchio ti sei detto che non ce l’avresti mai fatta… Chitti e coccabella, Rosa… Guarda invece ora dove sei arrivato. 🙂 Non mi hai mai deluso, anzi, sempre sorpreso, strappato risate e tenutoc ol fiato sul collo… Nel ciclo più “cruento” diciamo ho aggiornato a mezzanotte sperando avessi attivato l’autocaricamento della striscia… 😀 Io qua t’aspetto. ma vedi di non sparire!
    Grazie a te, più che altro! 🙂

    Eheh io e la “mezzanotte” non andiamo mai molto d’accordo 😆
    A presto!
    Gaunt

  42. Direi che questo “fumettino” è cambiato davvero tantissimo!
    Sia nello stile del disegno che come storia; è, come dire, cresciuto ^^

    E mi è piaciuto seguirlo, anche se non ho mai commentato troppo..
    ma tanto bastava incontrarsi “casualmente” a Lucca per recuperare XD

    Attendo le tue prossime avventure!

    Myà!

    Miao! La scena del 2010 col pesce ela pucciotetta chi se la scorda più! 😀
    Gaunt

  43. Ciao Gaunt, ti faccio anch’io le mie felicitazioni per aver raggiunto il termine del fumetto e avere accumulato una grande fanbase nel tempo.

    Il genere a cui appartiene Otaku Pals (metafumetto onanistico XD) non è esattamente tra i miei preferiti, ma sarebbe da idioti non rendersi conto dell’incredibile impatto che ha avuto su di te e sulle altre persone. E’ interessante notare come una storia essenzialmente centralizzata sul proprio ego con le sue molte sfaccettature possa fare breccia nei cuori dei più.

    Ciò che più mi ha colpito è stata la parte di blog scritta a mano. Mi affascina il tuo percorso, la tua esperienza di community, e vorrei che la condividessi con me.
    Mi sto affacciando a Shockdom con il mio webcomic ricercando esattamente ciò che hai ottenuto tu.

    Purtroppo non ho ancora potuto approfondire l’aspetto community in alcun modo, e mi farebbe piacere che condividessi con me la tua esperienza in tal senso. Come posso dialogare con te e condividere le mie idee? Esiste un luogo per noi fumettisti in erba o dobbiamo scambiare i contatti uno ad uno?

    Attendo tua risposta, ciau.

    “Fanbase” lo si ottiene solo facendo delle cose che sappiano piacere e affezionare i lettori. Nient’altro. E ovviamente è una incognita, non esiste un metodo.

    Brevemente ti rispondo qua, non ho mai frequentato nessuna comunity nel senso fisico del termine. Le cose per me sono venute tramite i commenti sui singoli blog. E nel caso, via mail. Comunque sicuramente Facebook è un ottimo modo per sentirsi fra tutti oggi. Ma più di tutto, la cosa più importante è partecipare alle fiere del fumetto. Non esiste niente di meglio che NON parlare di fumetti davanti ad un piatto di pasta dopo una giornata in fiera a disegnare 🙂
    Gaunt

    Non ci siamo spiegati. Non volevo intavolare un dialogo sulle metodologie per ottenere consenso fumettistico.
    Ciò che mi interessa è creare un’esperienza di community e di interscambio di idee, consigli e pareri partendo da zero.
    Il forum non è molto frequentato, e a quanto pare il metodo migliore per comunicare con gli altri fumettisti sono i commenti via blog e le mail.

    In tal senso mi piacerebbe moltissimo parlare con te, dei tuoi progetti presenti e futuri e degli ostacoli che hai incontrato e che io sto incontrando nel disegnare un webcomic.

    Penso si possa discutere tra di noi, anche senza parlare necessariamente di Otaku Pals. Dato che meglio lasciare questo spazio ai commenti per la strip finale, che ne diresti di continuare questa discussione via mail? ^^

    PS:Spero di essere stato maggiormente chiaro, mo 😀

    La mia mail: gauntnoir [chiocciola] hotmail.com
    Ma non sono un gran chiacchierone 😀
    Gaunt

  44. BBBBBBBBBBBBBBEEEEEEEEEEEELLOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!! =@.@=
    Immagine salvata sul computer, e difesa da un sistema informatico che, al confronto, quello del pentagono sembra un abaco! 😉
    Comunque continuerò a visitare, e commentare, sia questo blog che il prossimo.

    AHAHAHAHAHAH grazie! 😀
    Alla prossima! 😉
    Gaunt

  45. Ho aspettato fin’ ora pensando, o sperando, che non fosse vero… invece la realtà è questa. Otaku Pals è finito, e mi dispiace parecchio assai. Lo so che tutto muta e si trasforma, e nulla può restare sempre uguale a se stesso, però la cosa mi rattrista. Anch’ io posso dire “io c’ero” quando nacque OP (anche se agli inizi non commentavo mai… per sana pigrizia, però) quando si evolse, quando sembrava che volevi getatre la spugna… ed invece sei arrivato fino qui, in un crescendo continuo di stile e di narrativa decisamente sopra la media. Ci hai fatto ridere, piangere, pensare, tremare per i vari personaggi virtuali (e non) ed è stato davvero un piacere ed un onore aver vissuto una simile avventura con un grande capitano, anzi, ammiraglio del web! La corazzata OP è stata una grande esperienza, sia per te che l’ hai creata/vissuta che per me, e per tutti, che l’ abbiamo seguita/vissuta con estremo amore ed affetto.
    Io posso solo dirti grazie, grazie per tutto quello che mi hai dato in termini emotivi con il tuo lavoro, per la compagnia che mi hai fatto ANCHE nei momenti in cui avrei voluto solo chiudermi a riccio, perchè tutto andava male, ma leggerti mi dava una scintilla di sorriso, o uno scossone emotivo per poter andare avanti nonostante tutto. Sono contento e onorato di averti seguito, e lo sarò anche nel prossimo futuro di poterti seguire con una nuova avventura… e chissà che OP non possa risorgere come l’ araba fenice, un domani. Mai dire mai… no?
    😉

    A prestissimo!!!

  46. Beh, chiedi di commentare anche a chi non ha mai commentato e allora non posso esimermi.
    Sono un ignorante assoluto per quanto riguarda la tecnica del disegno, quindi a riguardo non mi esprimerò. Però posso dirti che l’ironia che usi, i colpi di scena, le ambientazioni, la caratterizzazione dei personaggi, un sacco di cose mi han tenuto incollato alle tue creazioni dal primo momento che son finito su shockdom. Hai cambiato stile di narrazione diverse volte, mi hai incuriosito, a volte spaventato, divertito, ma anche fatto prendere delle strette di angoscia ed ogni volta mi hai calamitato e mi hai “costretto” a chiedermi “…e ora?”.
    Mi mancherà tornare su questa pagina alla ricerca di un nuovo capitolo, di una nuova scena, ma qualunque sia il tuo nuovo progetto ti faccio l’in bocca al lupo più grande e grazie di tutto quel che ci hai regalato fino adesso!
    Torna presto e ancora auguri!

  47. Ciao! Bel finalone… ma tanto so come andrà a finire, che a suo tempo ci sono passato pure io: come cantava bruno lauzi, “Ritorneraaaaaaaaai, zan zan zaaaan…”
    😉
    NestoRe & ET

  48. Leggo e non commento da sempre 🙂 mi de-lurko qui per ringraziarti tantissimo e farti i miei complimenti (da ignorante totale di qualsivoglia tecnica fumettistica) per la qualità che nel tempo hai saputo raggiungere con le tue immagini.

    a presto
    gb

  49. eccomi, colpevole tra quelli che ti leggono praticamente da sempre e commentano putroppo poco..
    mi sei piaciuto dall’inizio col tuo stile allegro e frizzante, ma anche cupo e profondo;
    hai saputo destreggiarti tra battute spiritose e “combattimenti epici” fino ad oggi, il commuovente epilogo di questa tua creatura 😀
    OP è come fosse tuo figlio, l’hai creato, nutrito con la tua passione, cresciuto con amore e adesso è arrivato all’età “adulta” ed il genitore deve lasciarlo…
    ed è stato un piacere vedere il continuo migliorarsi del tuo stile (tratto del disegno, scelta delle inquadrature, il colore IL COLORE, WOW!) e adesso aspettiamo il tuo… secondogenito 😀
    e ci aspettiamo altrettanti passione ed ammore ;D

    A presto!

  50. Faccio parte di quelli autoruncoli che ti hanno seguito senza però commentare. Un saluto e tanti complimenti per carriera, disegno e dolcezza di quest’ultimo articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *