Stai leggendo il blog di: darksidemoon
Questo blog ha 0 Followers
Questo tag contiene 1 post

Capitolo 10B: Miss Murder

DA QUALCHE PARTE – GROTTA SEMISOMMERSA: le sirene entrano nella caverna malamente illuminata, silenziosa e umida. La dea della bellezza le attende, vestita solo di veli, splendida come sempre aspetta il loro verdetto. “Abbiamo fallito mia signora” dice una di loro, “il mortale sapeva come fuggire dal nostro canto”. Un flashback mostra come le sirene si siano dirette sulla rotta della nave di S. e compagni, intenti ad attraversare il mar nero, direzione terra delle amazzoni. Il loro canto irresistibile  avrebbe dovuto far perdere la ragione ai marinai, ma S. in un attimo di lucidità, prima di cadere rapito dalle voci soavi, ha fatto versare della cera fusa sulle sue orecchie e quelle dei compagni. Un racconto delle gesta passate del maestro Odisseo gli era giunto alla mente dandogli l’idea per sfuggire all’incantevole richiamo. Il viso angelico della dea si scurisce, è impietosa di fronte a sudditi incapaci e per questo le punisce. Con un suo gesto le donne pesce si ammutoliscono, il loro volti cambiano espressione, con la disperazione negli occhi salgono le rocce della caverna e giunte sulla cima, si gettano sugli scogli sottostanti, togliendosi la vita.

Capitolo speciale dedicato alla dea dell’amore.
Qui però in vesti di manipolatrice, che subdola, agisce alle spalle degli eroi, contravvenendo alle regole imposte dal signore dell’Olimpo.
Personificazione della femminilità, dall’aspetto angelico e dallo spirito seduttore. E’ una delle figure  più complesse del pantheon e in questa vicenda, mostra il suo lato severo ed intransigente. Fatemi sapere che ne pensate.
A Venerdì per il prossimo capitolo.

Questo post si trova nella categoria: Senza categoria
Tags: , , , ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *