Stai leggendo il blog di: Albo
Questo blog ha 31 Followers
Questo tag contiene 1 post

MoStrip 1375 – Twitattivismo!

Vota l'articolo!

0

Lo so, è una cosa da cui passano tutti, di cui bisogna vergognarsi, ma ammettendo i propri errori si rimedia! Chiunque di voi è presente sui socialcosi, per qualunque ragione avrà esposto qualche badge sul proprio avatar, per simboleggiare qualcosa. O avrà fatto qualche protesta digitale… Lo sapete che sono soltanto pagliacciate e basta? Che se uno vuole manifestare o è incazzato per qualcosa deve farlo nella vita reale. Una delle ultime proteste virtuali che ho visto era lo sciopero di un quarto d’ora su facebook contro le norme europee sulla vivisezione… Meraviglioso! Poi l’immane durata, un quarto d’ora…

Share
Questo post si trova nella categoria: MoStrip
Tags: , , , , , , , , , , , , , ,


11 responses to “MoStrip 1375 – Twitattivismo!

  1. Non vorrei sbagliarmi, ma sono riuscito sempre ad evitarle ste puttanate.
    Su facebook i vari “avatar a tema” fiocchi neri, il viola del popolo (pffffffff..) viola, i badge su tumblr e adesso quelle bandine che vedo su twitter. Meglio per me. 😀

  2. il popolo virtuale, con le proteste virtuali, l’impegno virtuale, la commozione virtuale e nessuno che si chieda come mai siamo diventati un paese dove per veder diminuire le morti sul lavoro bisogna aspettare una crisi economica che chiuda le attività lavorative !

    poi se parlo di reagire, di andare a dire in una piazza basta, datevi una regolata o ognuno di noi vi dà un bel calcio sul lato B sono se va bene uno che non capisce o se va male … vabbè lasciamo perdere.

    Sul mio profilo appaiono figure diverse per ricordare date ed eventi, magari con link su articolo o wikipedia, perchè in questo misero mondo reale senza memoria ricordare a volte è già rivoluzione.

  3. parole santissime Albo, non comprendo proprio l’attivismo sociale o politico con le chiappe ferme sulla sedia quando si fa con l’assurda pretesa che le proprie proprie azioni abbiano una minima influenza. In particolar modo quando si parla dell’utilizzo dei social network

  4. per quanto riguarda il tema della vivisezione, a Roma c’è stato un corteo chilometrico ma nessun telegiornale (a parte il tg3 locale con un servizio di pochi minuti) ha dato riscontro alla cosa.
    Ecco che allora la protesta digitale serve se non altro a diffondere la notizia e a dare un’idea di ciò che accade in giro.

  5. infatti non è un male assoluto. è che dal comunicare alla gente che c’è un problema e che ci si batte per risolverlo al far esaurire tutta la protesta nell’agghindare il proprio avatar il passo è breve… Tra l’altro molta gente lo fa per conformismo, come dicevo su twitter è un po’ l’equivalente della maglietta col Che ai tempi di internet!

  6. Eccomi, appena tornato dalla mobilitazione studentesca di oggi, siamo scesi in piazza per ribadire le nostre idee.. Sì, sono d’accordo con te, l’unica attività che faccio io in internet è quella di tenere un blog di commenti e notizie e naturalmente partecipare attivamente alla vita politica… si ma di persona!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *