Stai leggendo il blog di: Albo
Questo blog ha 31 Followers
Questo tag contiene 1 post

MoStrip 1438 – Cospirazioni algebriche!

Vota l'articolo!

0

Non pensate che Vanessa sia impazzita! Le darete ragione quando vedrete qualche servizio di Giacobbo sul segreto che si cela dietro l’algebra!

Share
Questo post si trova nella categoria: MoStrip
Tags: , , , , , , , , , , , , ,


16 responses to “MoStrip 1438 – Cospirazioni algebriche!

  1. E’ tutto un complotto ordito dai professori scansafatiche, Vanessa, come il latino del resto… perché si continua a vivisezionare una lingua morta se non per lo stesso motivo?

  2. Brava Vanessa, l’ho sempre detto io che l’algebra serviva a coprire il complotto degli alieni rettiliani che dalla luna (dove non siamo mai andati) sprizzano le scie chimiche per non farci vedere che le torri gemelle sono in realtà ancora li.

  3. Non so se dare ragione a Vanessa come sempre
    Se gioire del faccino di Alice
    o del godere di un’altra strip tutta al femminile firmata dalle sagge manine dell’Albo nazionale! 😀

  4. non esiste?!?!?!?!?! ma siamo impazziti xD non ci fosse l’algebra non ci sarebbe nemmeno questo blog in quanto non esisterebbe nemmeno l’informatica in pratica

  5. Gli ominidi non avevano l’algebra e si sono evoluti, noi (sapiens?!) l’abbiamo inventata e guarda come siamo ridotti!!!

    Vanessa ha perfettamente ragione!!!

  6. Ehm… -.-‘
    O Vanessa ha visto troppe puntate di Voyager… o ha visto troppe interviste dello psiconano malfico… -.-‘

  7. Qualcuno prima di me ha espresso il mio punto dio vista in modo molto esaustivo e divulgativo. Eccovelo:

    “La filosofia naturale è scritta in questo grandissimo libro che continuamente ci sta aperto innanzi agli occhi, io dico l’universo, ma non si può intendere se prima non s’impara a intender la lingua e conoscer i caratteri nei quali è scritto. Egli è scritto in lingua matematica, e i caratteri son triangoli, cerchi ed altre figure geometriche, senza i quali mezzi è impossibile a intenderne umanamente parola; senza questi è un aggirarsi vanamente per un oscuro labirinto.”
    Galileo Galilei (1564-1642), ne Il Saggiatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *