Stai leggendo il blog di: giorgio
Questo blog ha 1 Followers

Giorgio nasce nel 2008, non come webcomic ma come un tradizionale fumetto destinato al cartaceo. Non convinco “Linus” a rischiare una new entry così anomala. Dopo alcuni interessamenti non andati in porto con alcune riviste patinate, un colpo di fortuna con una rivista scientifica “Medici Oggi” edita da Springer, che pubblica la striscia mensilmente per due anni, 2009 – 2010, fino alla cessazione della rivista stessa. Intanto la crisi galoppa, l’editoria dimagrisce (cioè i suoi lavoratori!) e l’ultimo numero di “Animals” (ottobre 2011) gli dedica tre pagine. Fine della storia e fine di Giorgio. Perché sbarcare ora sul web con un fumetto non nato per il web, né fatto col computer? In fondo da due anni a questa parte uso anche il computer, certo lo uso come una zappa, picchio e vedo cosa salta fuori, e visto che qualcosa salta fuori anche da questa ferraglia arrugginita, perché non fare un fumetto che nasca tutto da qui? Ma…, diciamo che: primo mi dispiace veder morire Giorgio, mi sono affezionato e se qualcun altro ci si affeziona potrebbe riprender vita con nuove strisce; secondo forse quando su “Animals” si è parlato di questa striscia come un fumetto “caratterizzato da un ritmo di battuta lento e un po’ anglosassone, il segno di Spagnul è fuori dalle più viste logiche della strip, utilizza la cultura grafica degli anni ’70, reinterpretandola con gusto attuale e unendo al collage l’apporto del computer, con risultati pittorici, in cui l’immagine, al contrario che nella striscia classica, non è tanto supporto alla battuta, quanto elemento narrante.” mi sono detto: e perché no? Anche se non c’è stato nessun apporto del computer, in effetti l’ho fatto con la logica del computer: collage e disegno con acetati sovrapposti (come i livelli). E allora ecco questa protowebcomic rinascere in rete con una formulazione quadripartita: la striscia vera e propria, il collage sottostante, il disegno sovrastante e una striscia extra saltuaria descrittiva/narrante. E allora buona lettura e buona visione se vi fa piacere.