Stai leggendo il blog di: eriadan
Questo blog ha 89 Followers
Questo tag contiene 1 post

La sera del compleanno di bimbaLu

Questo post si trova nella categoria: Cocemiti, Federica, Genitori, Marmocchie
Tags: ,


26 responses to “La sera del compleanno di bimbaLu

  1. Augurissimi!
    …dobbiamo presagire il possibile arrivo di un nuovo personaggio nella serie? 😉
    Chissà Paolo! Magari potresti non essere più il solo uomo di casa! hehe!

  2. AUGURI BIMBA LU!!!
    E auguri a mamma e papà.
    Certo che i bimbi sono bellissimi ma di tutti i momenti che rivivrei il travaglio ed il parto sono proprio gli ultimi!!

  3. Auguri alla bimbaLù!
    Attento che con questi commenti può essere che davvero Federica vuole fare il terzo! (Anzi, la terza, considerando i precedenti^^)

  4. Auguroni alla Bimbalù anche da parte mia!!!
    Secondo me, a una donna rimane più impresso il travaglio ed il parto perchè l’hanno vissuto in PRIMA PERSONA. Ad un uomo invece non può rimanere più impresso in quanto non l’ha vissuto in primis.
    E poi le donne ci portano in grembo. Gli uomini no. Ecco perchè i binari sono divergenti.
    Logico, no?

  5. Sì! grazie Eriadan che metti in luce il buonsenso degli uomini, ma sopratutto degli ingegneri! Grazie! Grazie! e ancora grazie!

  6. Se la moderazione non si incavola, ne approfitto di segnalare una bella graphic novel disponibile per ora solo in pdf (aggratis). è in lingua inglese.
    Sara Lando, Magpies
    L’autrice ha fatto partire una campagna indiegogo per finanziarne la pubblicazione cartacea. metto qui il link dove l’autrice spiega tutto per bene, nella speranza che non sia bloccato come spam.
    http://igg.me/p/269464?a=1755562

  7. Secondo me, è un baco di programmazione che si è propagato per selezione naturale. Le donne che vogliono rivivere l’esperienza del travaglio e del parto sono quelle che più tendono a riprodursi.

  8. Travaglio e parto sono i momenti in cui la donna può tirare fuori la forza più grande di se stessa, i momenti in cui può “congiungersi” con il suo io più profondo. La capisco appieno 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *