Stai leggendo il blog di: eriadan
Questo blog ha 90 Followers
Leggi questo post nella sua categoria: Senza categoria

Slowly, please!

Share
Questo post si trova nella categoria: Senza categoria
Tags: ,

49 responses to “Slowly, please!

  1. …pensavo fosse già mezzanotte, invece no per fortuna 😀
    Comunque te non deludi mai 😉
    Concordo anche con questa!

  2. concordo….alcuni inglesi sono veramente difficili da capire ( e in base a mie esperienze posso dire che taluni lo fanno apposta)

  3. Questa è una verità assoluta universale.
    Ma non glielo si potrebbe abbassare un po’ il clock agli inglesi quando parlano, dico io?
    E per chi pensa che noi italiani facciamo lo stesso, vorrei ricordare che abbiamo parole con pronunce ben diverse fra loro, mentre in inglese le parole cambiano significato solo da come le si dice, per non parlare di quelle che hanno più significati contemporaneamente. Se lo si parla troppo in fretta chi non è abituato si confonde molto facilmente!

  4. XD c’hai proprio ragione!!!

    Ma il peggio del peggio sono i francesi che sbonconcellano l’inglese o___o non si capisce una mazza!!!!!

  5. Nelle mie modeste esperienze l’incubo vero è stato un sudafricano, seguito da uno scozzese (ma forse lì c’entrava il wisky che mi aveva offerto..)

    Sempre stupenda le vignette con i personaggi della mente 🙂

  6. …. verissimo! e per metà il loro discorso è fatto di ehm……. so……. e altri suoni del genere …. buona settimana!!! :))))))

  7. e oltretutto gli inglesi parlano anche a bassissima voce.
    per renderesene conto appieno, basta vedere i film che hanno la versione originale.
    mentre senti la versione doppiata in italiano , si sente benissimo, premi il tasto rosso per la versione inglese, e non si sente più niente e devi alzare il volume.

    bye

  8. Un recente studio ha anche accertato che quando parlano tra di loro gli inglesi stessi afferrano “solo” il 30% delle parole che ascoltano, poi vanno di intuito…… figurati cosa possiamo intuire noi poveri stranieri!!!!
    L’asino comunque è fantastico!!!!

  9. … ma io sono l’unica ad essere felice quando sono gli inglesi a parlare inglese? 😀
    Gli americani sembra abbiano una patata (ovviamente americana) in bocca, gli irlandesi sembra facciano in gargarismi nel mentre, i francesi pare succhino mentine e caramelle durante il dialogo, mentre gli italiani si perdono pezzi parole per strada….

  10. Strip ottima come al solito!!!
    Ho solo un appunto da veterinaria da fare… l’asino è un equino (perissodattilo), e come tale ha un solo dito, e quindi, una sola unghia… non come i bovini che sono artiodattili e di dita ne hanno due!! 😉

  11. Provate a sentire austrialaiani e neozelandesi!
    E gli americani che avete già nominati.
    In confronto gli inglesi sono limpidissimi: però è vero che quei pochi stranieri che studiano l’italiano devono avere sicuramente più difficoltà!
    Solo che congressi in italiano in giro per il mondo ce ne sono pochini.
    In compenso a quasi tutti gli stranieri, anche se non capisccono un tubo, piace sentire il suono della nostra lingua.

  12. ankioankioankioankioankioankioankioankio mi sento come Eriadan…sopratutto con l’inglese parlato dagli inglesi!!!!!!!!!!!!!!!!!

  13. concordo con chi ha detto che i peggiori sono i francesi, ascoltarli parlare inglese è una tortura… ogni due per tre infilano dentro parole in francese e/o parole inglesi pronunciate in francese… che strazio…
    1 ora e mezza di conferenza di un archeologo francese… alla fine volevo solo fuggire! :'(

  14. Sei riuscito perfettamente a rappresentare l’idea che mi sono sempre fatto ascoltando un inglese parlare inglese! Tu Sei Un Genio!
    Ciaps ^^

  15. LOL spettacolare 🙂
    @Maribel wow, sai che non c’avevo fatto caso? E dire che ‘ste cose di solito le noto…
    @Martina concordo con gli australiani. La mia bestia nera però sono cinesi e coreani, in particolar modo quando mi tocca tradurre in italiano un testo scritto in chinglish… aaargh!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *