Stai leggendo il blog di: Bitmover
Questo blog ha 0 Followers
Questa storia contiene 6 post

Naviga la storia: senza-categoria


Introduzione

Vota l'articolo!

0

Diciamo subito una cosa: è da tutta la vita che sto lottando contro matite, gomme e ogni altro strumento da disegno nel tentativo di imprimere su carta quello che mi passa per la testa. Per ora i risultati sono abbastanza deludenti ragion per cui mi sono attrezzato diversamente e ho utilizzato ciò che Internet offre. Le vignette che pubblicherò, sperando che questo non sia un problema, sono state create con un software online. La mia idea è, nell’anno nuovo, di dare il via alla produzione “cartacea” di queste strips ma per ora occorre accontentarsi. Spero vi piacciano. Di seguito una breve introduzione di alcuni personaggi.

La storia

La storia è ambientata all’interno di un’azienda di consulenze informatiche ovvero il regno indiscusso degli utOnti. Gli utOnti, per chi non lo sapesse, sono quelle persone che pensano di sapere come si usa un computer (ma non lo sanno), pensano di sapere cosa stanno facendo (ma non lo sanno) e, soprattutto, pensano che, qualunque disastro capiti ai loro PC, non sia mai colpa loro (ed è sempre colpa loro).

I personaggi

Bitmover: Uno dei tecnici dell’azienda. Sarcastico e con un odio particolare nei confronti degli utOnti. Si occupa di problemi di reti, router, firewall e cosa del genere. Prega Odino e di tanto in tanto viene anche ascoltato.

Collega: Un collega di Bitmover. Esperto di telefonia e non solo. Ogni giorno si avvicina sempre più al baratro della crisi di nervi. Anche lui, con gli utOnti, ha un pessimo rapporto.

Boss: Capo indiscusso dell’azienda. La sua parola è legge, anche se si contraddice.

utOnto e utOnta: Due comuni utOnti che stressano la vita a Bitmover e Collega per problemi che la maggior parte delle volte si rivelano essere frutto della loro mente malata.

Tecnico utOnto: Un utOnto che, durante la sua vita, ha deciso di diventare tecnico ma che non è riuscito ad abbandonare la sua mentalità utOntesca e, quindi, crea più disastri che soluzioni.

Questo post si trova nella categoria: Senza categoria
Tags:

Naviga la storia: senza-categoria


2 responses to “Introduzione

  1. Noto che sono sempre di più i blog che parlano di poveri lavoratori, costretti a che fare con superiori arroganti, colleghi incompetenti, e clienti idioti… benvenuto nel mucchio! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *